.
Annunci online

comemipiace
opinioni su letteratura, cinema, attualità e non solo
DIARI
1 marzo 2014
Reindirizzamento

Ci siamo trasferiti! Il nuovo blog è http://comemipiace.wordpress.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diari blog wordpress reindirizzamento

permalink | inviato da dalle nebbie mantovane il 1/3/2014 alle 10:58 | Versione per la stampa
televisione
7 aprile 2010
Vizietti televisivi 7: Dr House (con riflessioni sui diari in rete)

Oh, che ci posso fare? Non riesco a smettere di guardarlo.
Anche se so a memoria il canovaccio di base (House manipolerà qualcuno e farà incazzare qualcuno; inoltre per tutta la puntata sperimenterà farmaci e operazioni su un paziente ignaro e solo al quart'ultimo minuto lo prenderà per i capelli strappandolo a morte certa, grazie a un'intuizione geniale che a nessuno del suo team sarebbe mai venuta in mente).

La puntata di martedì scorso, poi, è stata geniale: una giornata nella vita della Caddy, da quando si alza all'alba per fare yoga (e che yoga, wow), al compagno detective che rincasa dopo una dura notte lavorativa e si vuol fare una sveltina (in realtà lo stronzo ha scommesso con House), a guai, trattative, ricatti di ex dipendenti psicopatiche e quant'altro possa umanamente succedere a un direttore di ospedale americano.

Ieri sera, c'era da spanciarsi dal ridere per un vecchio film porno scovato dal nostro malefico in videoteca: protagonista un imberbe, capelluto, incredibile dottor Wilson. Inutile dire che l'incauto dottorino verrà pubblicamente sputtanato con tanto di poster a colori affissi per tutto l'ospedale.
Tanto per introdurre nuove spezie nel menu, la paziente dal male misterioso era nientemeno che una blogger.
Ma non una blogger qualsiasi, eh? No. La superblogger. L'idealtipo della blogger.
Cosa fa una donna blogger americana WASP secondo gli sceneggiatori di Dr House?
Elementare: mette in rete senza pudore o rete protettiva tutto quel che accade nella sua banalissima vita: i vantaggi della dieta vegetariana, i litigi col compagno, il ricovero ospedaliero... e siccome la leggono in molti, quando il team di House le chiede di scegliere tra una valvola cardiaca di maiale (va sostituita dopo dieci anni ma puoi avere figli sani) e una di plastica (durevole ma rischio di figli malformati), siccome è indecisa ci fa sopra un post e chiede consiglio ai suoi lettori!!!

Mi sono sentita un po' ridicola.
So che esistono blog così - diari intimi in rete, generalisti (tutta la vita di X) o specializzati (solo ricette; solo sesso; solo viaggi...) e so da alcune letture in materia, es. Luca De Biase, che scegliere un argomento di nicchia porta potenzialmente ad avere molte visite e ad assicurarsi un pubblico fedele.
Mi rendo conto che, pur indulgendo anch'io ogni tanto a raccontare qualcosa di mio, nell'apposita sezione Diario (che nella piattaforma da cui scrivo è l'unica sezione di default, incoraggiata quindi), in realtà la mia scelta è stata opposta: prevalentemente non diaristica, non esibizionistica e non specialistica.

Avrò fatto bene? Certo avere dei lettori è bello. Ricevere feedback, anche. Mi spiace quando pubblico un racconto che a me sembra valido e non ricevo alcun commento. Ma la verità è che ogni lettore ha il diritto di intervenire se e su cosa gli pare, e nel mio blog la maggior parte dei commenti sono stati fatti sui post di politica e di attualità.
Certo non farò mai la scelta di mettere in rete la mia vita, a meno che non mi capiti qualcosa di così eccezionale, così fuori dal comune che valga la pena di essere raccontato.

Ma più che altro resto dell'idea che più che il "cosa" importi il "come", e siccome scrivere mi piace, anche se probabilmente non verrò mai pagata da una casa editrice o da una rivista, qui ho la possibilità di pubblicare gratuitamente i racconti, le poesie e i romanzi che la mia fantasia mi suggerisce.
Li scrivo perché non posso farne a meno, tanto quanto non posso fare a meno di dire la mia sui libri che ho letto, i film che ho visto e l'immondizia della vita politica italiana.
La differenza è che nei miei inediti interviene l'elemento creativo, valido o no non spetta a me dirlo.

TECNOLOGIE
26 maggio 2009
Regole per il blogger

L'Unità ha pubblicato oggi una lezione tenuta da John August nel 2006 davanti agli studenti dell'Università di San Antonio, Texas. Il noto sceneggiatore e regista (Big Fish, Go e The Nines) invitava i blogger e chiunque scrive sul web a comportarsi da professionista. E indicava cinque regole da seguire:
1. Presentazione
2. Accuratezza
3. Consistenza
4. Responsabilità
5. Raggiungere gli standard della professione
L'articolo, molto interessante per chi si proponga di fare qualcosa di durevole e socialmente utile e/o dilettevole, è su 
http://www.unita.it/news/85092/essere_professionisti_e_lalba_dei_dilettanti.

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

La democrazia è fatta per gli anglosassoni: noi latini andiamo dietro a chi urla più forte (Antonio Tabucchi, Sostiene Pereira)

E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia (Blade Runner)

Il bello di essere al governo è che se una cosa non ti piace, puoi  renderla illegale (I love Radio Rock)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità, contenuti e grafica l'autore declina pertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post.

Il materiale inedito è proprietà letteraria dell'autore del blog.

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog




IL CANNOCCHIALE