.
Annunci online

comemipiace
opinioni su letteratura, cinema, attualità e non solo
DIARI
12 febbraio 2014
Traslochi
Dicono che la vita sia fatta di cambiamenti.
Da oggi Comemipiace cambia pelle, come un serpente in muta. O casa, come una lumachina.
La nuova piattaforma che ci ospiterà è Wordpress, e il nuovo indirizzo è http://comemipiace.wordpress.com.
Tutto continuerà come prima: cinema, libri, marketing, turismo...
La vita è cambiamento, e il cambiamento è vita.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. diario cambiamento

permalink | inviato da dalle nebbie mantovane il 12/2/2014 alle 7:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
3 gennaio 2014
Siamo tornati
Buongiorno e buon 2014!

Comemipiace torna dopo una lunga, troppo lunga pausa.
Non di riflessione; di iperattività su troppi altri fronti.
Come molti blogger sanno, non è per niente facile gestire un blog da soli, e forse io avevo sopravvalutato le mie forze. Cercherò da oggi in poi di dosarle meglio; il tempo è sempre poco, ma dagli errori si impara sempre qualcosa.

Due parole anche sui contenuti. Continuerete a trovare in menu piatti a base di cinema, letteratura, riflessioni sull'attualità etc.
Da ques'anno, però, aggiungiamo una nuova tematica: il marketing.

A partire da esperienze concrete, relative soprattutto ai settori del turismo e dell'enogastronomia, cercherò di offrire aneddoti, consigli e spunti di riflessione sia a chi già si interessa della materia, sia a chi pensa che sia solo un'americanata, sia infine a chi non sapeva neanche che esistesse.

Un'altra novità, apparentemente esterna al blog, è la sua
integrazione con alcuni social network. Siamo ancora in fase sperimentale, ma ci saranno link da Facebook, Twitter e non solo rispetto a Comemipiace e viceversa.

Ve lo prometto: ci divertiremo come non mai.
Ancora buon anno e... buona lettura.

DIARI
6 agosto 2011
Ottantanove cents
Torni per due giorni e il samsara ti riafferra tra le sue grinfie sotto forma di lavatrici innumerevoli, pannoloni per la nonna da comprare che quelli Asl non "tengono", minispesa da fare perché la micia, in mia assenza, non muoia d'inedia.

Come siamo state felici di vederci, ieri sera. Maya ha veramente un caratttere dolcissimo, non ti tiene il muso perché sei stato via, poi sono contenta perché finalmente sta prendendo confidenza con mia madre e quando la mattina lei arriva, la micia si mette sullo schienale della poltrona e fa le moine per farsi coccolare, proprio come fa con me.

Ovvio che il mio incubo di stamattina non era la divisione tra me e la mia amica delle cose da portare, o la spesa, ma quali libri portarsi in viaggio.
No, perché Murakami e Pamuk si escludono a vicenda, troppo intensi, troppa concentrazione, vanno diluiti con qualcosa di altro, di alieno, quindi mi sono schiaffata in libreria uscendone con quattro (quattro!) volumetti uno dei quali avrà l'onore di spartirsi la valigia con Haruki: e sarà con ogni probabilità L'uomo ombra di Dashiel Hammett, mai letto e grave carenza nel mio armamentario noir, da colmare prima dei quaranta.
Altrimenti ci sono La signora nel lago di Chandler ed Eva di James Hadley Chase, lodatissimo epigono dei primi due; mentre il primo volume dei Racconti del Klondike di Jack London è con ogni evidenza escluso dalla disputa, avendone appena letto l'altro tomo e non essendo adatte, storie così avventurose, a un viaggio in cui vedrò altri paesaggi, altre longitudini (pur essendo la latitudine più o meno la stessa).

Il tutto per la splendida somma di 89 centesimi. Sì. Ho dovuto farmelo ripetere. Avevo accumulato abbastanza punti per lo sconto, e un paio delle mie scelte erano già a metà prezzo di per sé.
Sono uscita con un misto di incredulità e di gioia scandalizzata. 
DIARI
11 maggio 2011
Pera, cera

Ieri, facendo la spesa, ero indecisa su quale frutta comprare.
Mi sono incantata a guardare una cosa che non mi era mai capitata sott'occhio (e invece, magari, esiste da anni): pere argentine con una goccia di cera rossa solidificata sul picciolo.
Come in questa foto, che non è mia, ma mi è spiaciuto non avere la macchina fotografica in borsa per poterle riprendere.



Chissà cosa c'è poi di magico in un rivolo di cera rossa.
Non so, ma si sposava alle pere magnificamente.

DIARI
3 settembre 2010
Cosa ho imparato da Fiztgerald

Meglio scrivere un romanzo in sei settimane che rivederlo per anni e morire senza averlo visto pubblicato nel modo migliore.

Corollario: La perfezione, in letteratura, è irraggiungibile.

Non si va ubriachi a bussare a casa degli amici in piena notte.

E' altamente sconsigliabile sposare una persona schizofrenica.

Corollario n. 1: Ma al cuore non si comanda (lo diceva anche, e con la massima serietà, Renato Caccioppoli).

Corollario n. 2: Però aiuta, se stai scrivendo qualcosa comeTenera è la notte.

Mai scegliersi per amici scrittori competitivi.

Gli altri non ci perdoneranno mai di esserci divertiti più di loro nella vita.

Non importa quanto sia chic la marca del gin o dello champagne che beviamo, se ci conduce al camposanto.

E' imperdonabile morire a quarantaquattro anni e privare l'umanità delle cose che avremmo potuto scrivere ancora.

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

La democrazia è fatta per gli anglosassoni: noi latini andiamo dietro a chi urla più forte (Antonio Tabucchi, Sostiene Pereira)

E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia (Blade Runner)

Il bello di essere al governo è che se una cosa non ti piace, puoi  renderla illegale (I love Radio Rock)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'autore, inoltre, non ha responsabilità per quanto riguarda i siti cui è possibile accedere tramite i collegamenti interni al sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog offra questi collegamenti non ne implica l'approvazione, sulla cui qualità, contenuti e grafica l'autore declina pertanto qualsiasi responsabilità, così come declina responsabilità di qualsiasi tipo sui commenti inerenti ai post.

Il materiale inedito è proprietà letteraria dell'autore del blog.

Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog




IL CANNOCCHIALE